Consegna e Reso Gratuiti in Italia
Consegna e Reso Gratuiti in Italia
Carrello 0

Fascia 40 settimane: cos'è e come si utilizza

Da diversi anni a questa parte, il portare è al centro dell’interesse di mamme e papà. Soluzione ideale sia per migliorare il benessere psicologico del bambino grazie al contatto ma anche per portarlo in giro in situazioni in cui il passeggino può risultare scomodo, implica la scelta tra marsupi e fasce.

Per quanto riguarda le seconde, esistono alternative differenti per quanto riguarda l’età, la consistenza, la lunghezza, la rigidità.

Tra le varie opzioni disponibili, abbiamo deciso di approfondire la fascia 40 settimane. Nelle prossime righe, puoi trovare informazioni precise in merito alle loro caratteristiche.

Cos’è la fascia 40 settimane?

Quando si parla di fascia 40 settimane, si inquadra una soluzione di baby wearing che consiste in una striscia di jersey realizzata in cotone morbido.

Per quanto riguarda la lunghezza, ricordiamo che corrisponde a circa 5 metri. Chiarita questa doverosa premessa, vediamo quando e come utilizzarla.

Fascia 40 settimana: quando si può iniziare a utilizzarla

Uno dei maggiori vantaggi della fascia 40 settimane riguarda la possibilità di iniziare a utilizzarla fin dalle primissime settimane di vita del bimbo.

A differenza di altre fase che non sono adatte ai neonati, in questo caso si ha a che fare con una soluzione di baby wearing che consente di apprezzare un sostegno ottimale per il bambino, che può passare il tempo in una posizione perfettamente naturale.

Vantaggi più importanti

Oltre al pro appena ricordato, quando si parla della fascia 40 settimane è il caso di rammentare che esistono anche altri vantaggi degni di nota. Tra questi, rientra il fatto che parliamo di una fascia per neonati realizzata con materiali di ottima qualità che, a contatto con la pelle del bimbo, gli garantiscono un comfort ottimale.

Molto leggera, questa fascia, nel momento in cui viene tolta e ripiegata, occupa pochissimo spazio. Questo, parliamoci chiaro, è un vantaggio speciale per le mamme che non vogliono rinunciare alla comodità e alla praticità quando vanno in giro con il proprio bimbo.

Per quanto riguarda i vari modelli disponibili, ricordiamo che è possibile trovare in commercio anche fasce monospalla di lunghezza regolabile.

Sia in questo caso sia in quello della fascia con il peso distribuito su entrambe le spalle, si può apprezzare un contatto visivo costante con il bimbo nel momento in cui non lo si porta sulla schiena.

Leggi anche: Allattare in fascia: guida completa

Posizioni

Tra le domande più diffuse in merito alle caratteristiche delle fasce 40 settimane, rientrano senza dubbio gli interrogativi relativi alle posizioni in cui si può mettere il bambino. In questo caso, si può inquadrare un altro innegabile vantaggio, ossia quello di posizionare il bambino sia sulla schiena, sia sul petto (attenzione, è ovviamente opportuno evitare la posizione fronte mondo).

Priva di anelli, questa fascia è nota anche per il fatto di equilibrare alla perfezione il peso del piccolo.

Peso massimo supportato

Il peso massimo supportato dalla fascia 40 settimane è pari a circa 15 kg. Come è chiaro dal nome stesso, si tratta di una fascia adatta ai bambini fino a tre anni e mezzo di età.

Altre caratteristiche

Tra i motivi per cui la fascia 40 settimane è particolarmente apprezzata dai genitori, rientra anche il comfort che viene garantito all’adulto che porta, il quale ha la possibilità di tenere le mani libere quando porta il bambino.

Come già accennato, il bambino che viene posizionato in questa fascia può assumere una posizione naturale, il che permette di massimizzare lo sviluppo neurologico e fisico.

Inoltre, quando si parla di questa fascia si inquadra una soluzione di baby wearing considerata perfetta quando si tratta di calmare il pianto del piccolo.

Leggi anche: Fascia per neonato da usare in primavera ed in estate

Contro

Come in tutti i casi, anche in quello della fascia porta bebè 40 settimane esistono diversi contro da considerare. Le donne che l’hanno scelta per portare i propri bambini hanno riferito che, soprattutto quando si è alle primissime armi con il portare, indossare questa fascia può non essere facilissimo.

Poco male in quanto, da diverso tempo a questa parte, sono disponibili numerosi corsi online e di persona somministrati da parte di consulenti del portare, che aiutano tantissimo le neo mamme - ma anche i papà - a iniziare il proprio percorso da genitori portatori.

Da non dimenticare è anche il fatto che, nei giorni più caldi dell’anno, la fascia 40 settimane può non rappresentare la soluzione ideale.

Ok, è in cotone ma, dal momento che la quantità di tessuto che gira attorno al corpo del bambino e a quello dell’adulto non è poca, si può sudare copiosamente d’estate.

Prezzo

I prezzi della fascia porta bebè 40 settimane variano molto. Giusto per dare qualche riferimento, ricordiamo che si parte da un minimo di 30/35 euro a un massimo di circa 70 euro.

Come lavarla

Come si lava la fascia porta bebè 40 settimane? Nel momento in cui ci si accorge che sporca, la si può mettere senza problemi in lavatrice a 30°C.

Articolo più vecchio Articolo più recente