Consegna e Reso Gratuiti in Italia
Consegna e Reso Gratuiti in Italia
Carrello 0

Marsupio per neonati: quando iniziare a utilizzarlo

Quando arriva un bambino in famiglia, sono diversi gli aspetti che bisogna prendere in considerazione. Bisogna acquistare i vestiti, gli accessori per la cameretta e pensare anche al passeggino, al marsupio o alla fascia.

L’abitudine del portare è sempre più diffusa al giorno d’oggi. Non è un caso che siano sempre di più i genitori che si informano in merito al marsupio per neonati, chiedendosi quando iniziare a utilizzarlo.

Nelle prossime righe, abbiamo raccolto alcuni consigli che speriamo possano rivelarsi utili in merito.

Quando iniziare a utilizzare il marsupio?

La prima cosa da dire in merito al marsupio per neonati è che può essere utilizzato senza problemi fin dalle prime settimane di vita del bambino.

Non bisogna aver timore che il piccolo vada incontro a danni a carico della schiena o della colonna vertebrale. I marsupi, infatti, sono dotati di strutture ergonomiche in grado di sostenere il peso del piccolo.

Stabili ed elastici, i marsupi per neonato sono progettati per adattarsi alla posizione che i piccoli assumono quando vengono portati in giro.

 Per rendersi ulteriormente conto della situazione, è il caso di fare presente una cosa: il neonato rimane per 9 mesi nel grembo della madre. Qui, mantiene, come ben si sa, una posizione fetale caratterizzata dalla schiena curva.

Basta questo per comprendere che non bisogna assolutamente preoccuparsi se il piccolo tiene la schiena curva quando passa il tempo nel marsupio.

Se le cose procedono nel modo giusto - e l’utilizzo del marsupio non è certo un fattore che ostacola - la colonna vertebrale del bambino si sviluppa in maniera graduale nel tempo, tenendo conto dei progressi neuromotori del piccolo.

Perché scegliere il marsupio per i neonati

Per capire bene i vantaggi del marsupio per neonati e per sceglierlo nel migliore dei modi, è molto importante soffermarsi sui suoi vantaggi.

Tra i principali rientra il fatto che, quando è nel marsupio, il bambino è sempre in movimento. Inoltre, rispetto a quando si trova sdraiato nella carrozzina ha maggiori possibilità di avere a che fare con uno sviluppo neuromotorio armonioso.

Un altro aspetto da considerare riguarda il fatto che, come evidenziato da diversi esperti, grazie all’utilizzo del marsupio per neonato si può avere a che fare con uno sviluppo più corretto delle anche. Questo accade perché, quando sta nel marsupio, il bambino tiene le gambe divaricate.

Come scegliere il marsupio per neonati

Adesso, dopo aver chiarito da che età è possibile portare il neonato nel marsupio, vediamo assieme quali sono i criteri di scelta da considerare in sede di acquisto. 

  • Attenzione alla seduta: quando si chiama in causa questa parte del marsupio per neonati, è molto importante considerare la misura. La scelta ideale prevede il fatto di concentrarsi su marsupi caratterizzati da sedute di diametro non inferiore ai venti centimetri. In questo modo, è possibile garantire un comfort ottimale al piccolo.
  • Altezza regolabile: questo fattore è cruciale. Grazie all’altezza regolabile, le gambine del bambino che sta nel marsupio non rischiano di urtare quello dell’adulto.
  • Focus sulle caratteristiche dello schienale: nel momento in cui si sceglie il marsupio per neonati, è necessario fare attenzione all’altezza dello schienale. Quest’ultima, deve essere regolabile. L’obiettivo, infatti, è quello di garantire al piccolo un adeguato appoggio della nuca. Inoltre, è fondamentale che quando si trova nel marsupio il bambino sia in grado di controllare e di sostenere il collo.
  • Regolabilità dello spazio tra il corpo del piccolo e quello del genitore e possibilità di farli aderire il più possibile, in modo da massimizzare quel contatto fisico che, da diverso tempo a questa parte, ha reso il portare tanto popolare.

Come posizionare il piccolo nel marsupio

Sono numerose le informazioni da considerare quando si tratta di scegliere il marsupio per neonati e soprattutto di imparare a utilizzarlo. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, tra le domande più diffuse tra i neo genitori rientra l’interrogativo su come posizionare il piccolo.

Nei primi 3/4 mesi di vita, il bambino che viene portato nel marsupio deve essere posizionato con il volto rivolto verso il corpo del genitore.

Si parla spesso della cosiddetta posizione “fronte mondo”. Quando la si nomina, è il caso di ricordare che è spesso sconsigliata dagli esperti del portare.

Il motivo? Si tratta di una situazione in cui la schiena dell’adulto è sottoposta a sollecitazione eccessive, non certo favorevoli alla salute articolare.

Viene quindi da chiedersi cosa fare nel momento in cui il bambino manifesta la volontà di muoversi guardando il mondo. In questi frangenti, si può optare per due scelte: la fascia porta bebè e, se proprio si ha intenzione di rinunciare al passeggino, lo zainetto.

 

Quanto costano i marsupi porta bebè?

Concludiamo con un cenno al costo, ricordando che il range di prezzo dei marsupi porta bebè è molto ampio. Si passa dai 40 euro, per arrivare a oltre 160.

Articolo più vecchio Articolo più recente