Consegna e Reso Gratuiti in Italia
Consegna e Reso Gratuiti in Italia
Carrello 0

Marsupio neonato: quale scegliere

Negli ultimi anni, è cresciuta tantissimo la popolarità del portare. I motivi sono diversi. Da un lato si ha la possibilità di tenere il bambino vicino al proprio corpo.

Il contatto fisico con il genitore, sia la madre sia il padre, è fondamentale per la tranquillità psicologica del piccolo.

Dall’altro, invece, con il portare si riesce a muoversi in maniera agevole in diverse situazioni, senza bisogno di portare con sé un passeggino.

Tra le migliori alternative da considerare quando si decide di approcciarsi al mondo del portare c’è il marsupio neonato.

Quale scegliere? Nelle prossime righe, abbiamo raccolto qualche consiglio in merito.

L’importanza del marsupio ergonomico

La prima cosa da considerare quando si tratta di scegliere il marsupio per neonato perfetto è il focus sull’ergonomia.

Acquistare un marsupio ergonomico significa portarsi a casa un prodotto con caratteristiche in grado di adattarsi ai cambiamenti tipici della crescita del piccolo, garantendogli il massimo del comfort (e garantendolo anche all’adulto).

Cosa sapere sui materiali

Il marsupio per neonato perfetto è quello caratterizzato da materiali di qualità. Quali sono i migliori? In primo piano troviamo senza dubbio il cotone biologico.

Questa tipologia di materiale ha il vantaggio di essere sostenibile per l’ambiente innanzitutto. Tra gli altri pregi da considerare troviamo il fatto che i tessuti che lo vedono come componente principale sono anallergici, peculiarità importantissima per i neonati.

Da non dimenticare è anche il fatto che, grazie al cotone biologico, è possibile garantire al piccolo il massimo livello di freschezza.

In linea di massima, quando si deve scegliere il materiale perfetto per il marsupio da neonato bisogna tenere presente che la pelle dei bambini piccoli tende a irritarsi molto facilmente.

Alla luce di ciò, bisogna mirare alla massima traspirazione cutanea, soprattutto nei mesi estivi, periodo dell’anno durante il quale la pelle del bambino è spesso soggetta a fastidiose manifestazioni di irritazioni.

Nel momento in cui si acquista il marsupio per il neonato, è bene informarsi anche sulle caratteristiche del rivestimento. Quest’ultimo, dovrebbe essere agevolmente lavabile in lavatrice.

Peso

Il peso è un nodo importantissimo da considerare in fase di scelta del marsupio. La prima cosa da dire al proposito - anche per tranquillizzare molti genitori - è che il marsupio è adatto anche a bambini molto piccoli, pure di poche settimane di vita.

Non bisogna preoccuparsi per la posizione, in quanto è molto simile a quella che il piccolo mantiene nel ventre materno.

Data questa doverosa premessa, vediamo un attimo quali sono le opzioni da considerare per quanto riguarda il peso.

Nei casi in cui si acquista un marsupio per neonato per bambini molto piccoli, il consiglio è quello di orientarsi verso prodotti in grado di supportare massimo 10 kg. Se, invece, si punta più sul lungo termine, è meglio acquistare un marsupio che tenga 20/25 kg.

Leggi anche: La posizione corretta del neonato nel marsupio

Aspetti strutturali

Chi pensa che per acquistare il marsupio per neonato perfetto sia sufficiente leggere le recensioni e buttarsi sul prodotto che ha quelle migliori, ha sbagliato strada.

In sede di acquisto, infatti, bisogna considerare anche alcuni aspetti strutturali imprescindibili. Innanzitutto, è necessario che il marsupio per neonato abbia uno schienale abbastanza alto. Solo così, infatti, sarà possibile garantire un sostegno adeguato alla testina del piccolo.

Fondamentale è anche controllare le caratteristiche della seduta. Come dovrebbe essere? L’ideale secondo esperti del portare e pediatri è che il piccolo si appoggi su una seduta di larghezza minima pari a 20 centimetri.

Questo riferimento è molto importante in quanto segno che il piccolo ha la possibilità di divaricare agevolmente le gambine. Attenzione, non bisogna esagerare. Se le gambe sono troppo divaricate, il rischio, infatti, è quello di esporre il bambino a problemi a livello delle anche.

Inoltre, è opportuno acquistare un marsupio che sia facilmente regolabile in altezza. Si tratta di un criterio sul quale è molto importante soffermarsi in quanto, in questo modo, si evita che le gambine del piccolo urtino contro quelle del genitore.

Altri consigli

Sono davvero numerosi i punti da mettere in agenda nel momento in cui si decide di acquistare un marsupio per il proprio bimbo e si ha intenzione di andare sul sicuro.

Essenziale a tal proposito è controllare che sia presente una cintura facilmente slacciabile da avvolgere attorno all’addome del genitore. Da non dimenticare è anche la presenza di cuscinetti riduttori.

Non male sono anche i sostegni lombari aggiuntivi, per non parlare delle tasche che permettono di portare sempre con sé le cose più importanti del bambino.

Leggi anche: Come capire se un marsupio è davvero ergonomico

Quanto costa il marsupio per neonato?

Rispondere a questa domanda con un riferimento univoco è difficile. Tutto dipende infatti sia dal brand, sia dagli eventuali sconti che il singolo shop scegliere di applicare.

Di sicuro c’è che è meglio evitare di puntare sul prezzo al super ribasso. Un marsupio per neonato di qualità non può costare 15 euro, perché vorrebbe dire che non è realizzato con materiali d’eccellenza.


Articolo più vecchio Articolo più recente